L’intervento che trovi qui di seguito, è la trascrizione fedele di un corso che tengo agli studenti dell’Accademia Operatori Olistici sul Marketing per Piccole imprese.

In questo intervento parlo di come creare una relazione con il cliente ovviamente a delle persone che stanno inziando ora ad affacciarsi a questo mondo.

Ritengo che puoi trovare anche tu dei concetti interessanti proprio perché espressi in modo “terra – terra”

Come creiamo una relazione con il cliente?

Tratto dal corso…..

….Dobbiamo ascoltare i desideri delle persone dobbiamo aiutare a risolvere i loro problemi a costo zero, noi ci dobbiamo mettere a disposizione degli altri, ma non perché siamo dei frati o dei buoni samaritani,

perché dobbiamo creare un gruppo di persone, dobbiamo fare in modo che le persone stabiliscono una relazione con noi, qualcuno prima chiedeva:

“sì vabè ho capito, ma se non devo fare quello come faccio a fare altro?”

che cosa fare come prima azione? bene come prima azione tu devi risolvere i problemi delle persone.

Quando tu aiuti le persone per i problemi più piccoli, poi ti cercheranno anche per quelli più grandi e vediamolo un po’ dal vostro punto di vista.

Gaetano ha un blog, sicuramente gli sarà capitato che qualcuno gli avrà scritto e magari qualcuno gli avrà chiesto un consiglio sul suo mal di schiena, sul suo strappo muscolare.

Cioè non è che Gaetano gli ho detto “..ok, vieni da me mi dai 100 euro e ti faccio guarire”

lui si sarà prodigato e gli avrà detto magari di farsi un “auto-massaggio” in questa zona e sicuramente starai meglio.

Se la persona prova un beneficio quando avrà una necessità maggiore si ricorderà di Gaetano e questo è il modo in cui creare un gruppo, una relazione.

Quindi aiuta gratis le persone che ti seguono e vedrai crescere rapidamente il tuo business, la tua attività.

Come pensate che riusciremo a portare le persone da internet nel vostro studio, nel vostro posto dove operate?

Certo lo possiamo fare utilizzando delle campagne pubblicitarie sia offline che online, però se vogliamo far nascere delle relazioni solide, dobbiamo metterci in testa 2 cose: dobbiamo aiutare gli altri gratuitamente, che non significa non guadagnare significa prendere un pezzo del proprio tempo o dei propri contenuti, delle cose che uno scrive e offrirli gratuitamente.

Poi ovvio che non si può dare tutto gratuitamente, si darà una prima parte e poi il resto sarà a pagamento ma questo mi sembra anche più che normale; infatti una relazione si crea solo con il contenuto, questo qui vedi che l’ho scritto in arancione, però ci tengo molto a che voi afferriate quale è esattamente il concetto di contenuto; che cos’è per voi il contenuto di marketing? cos’è il contenuto?

RISPOSTA ALUNNI: l’oggetto

WALTER: un po’ più precisi?

Va bene, allora diciamo che per il contenuto vi farò qualche esempio più pratico, il contenuto però è ad
esempio quello che noi già sappiamo; io oggi chiedo a Fabrizio o a Gaetano di creare un contenuto,

Fabrizio che Gaetano hanno tantissime informazioni, loro potrebbero magari scrivere libri, potrebbero farci vedere come si toccano e ci sistemano le ossa;  quello è il contenuto.

Tu prima stamattina parlavi di tutte quelle cose bellissime di tua nonna, quello è contenuto, lo sai quanta gente ti seguirebbe su internet, e quanta gente ci seguirebbe anche qui in Accademia se sapesse la tua esperienza di vita, che non è la mia non è la loro?

ALTRA PERSONA: In quel caso c’è una storia

WALTER: ma ce l’hanno tutti, ce l’avete tutti, c’è chi la di più e chi meno ognuno ha le proprie caratteristiche, quindi quello che voglio dirvi è : che ci scrivete nel blog ?

RISPOSTA ALUNNI: La nostra storia

Ci scrivete il contenuto, ci scrivi che se tu sei un’operatrice oppure hai già fatto un’esperienza come estetista, sicuramente avrai avuto un’esperienza; l’esperienza che scrivi li, quindi raccontata sotto forma di storia, è “valore” è quello che la gente cerca, quindi è solo il contenuto che permette di creare queste relazioni.

I desideri profondi delle persone non cambiano con il passar del tempo perché questa cosa qui era già presente 100 anni fa è anche prima, il contenuto è sempre stata la cosa più importante.

Un’altra parola chiave è il desiderio, che è l’accesso per capire le persone (vado più veloce perché questo l’ha già detto Ermes) fornire informazioni coinvolgenti su come fare a…

come posso risolvere il problema del ginocchio?

Magari vado su internet e cerco questa frase, trovo Gaetano che mi offre un piccolo video su come si fa una manovra che mi risolve il problema; QUESTO E? CONTENUTO.

Gaetano diventa il mio punto di riferimento, perché dico: questo mi ha dato la soluzione al mio problema;  Il risultato fa scattare la domanda: quanto costa avere di più da te? come posso accedere a te? a volte come contenuto basta un commento sul gruppo di facebook, però ben articolato, (a me è successo) c’è gente che poi ti scrive interessata ai tuoi servizi.

Un vecchio modo:

Il vecchio marketing, che fa il sito e cerchi di appioppare di vendere subito e la gente ti ignora perché in quel momento non è interessato assolutamente a comprare qualcosa da te!

Vorrebbe solo una conversazione con l’amica al bar e se avessi un amico che gli dà la soluzione in maniera molto veloce anche a costo zero avrebbe la soluzione e in quel momento magari vuole esattamente questo e non vuole altro.

Se tu cerchi di vendere da subito, la gente ti può ignorare e tu sei a rischio.

Però andiamo a vedere in pratica ancora più nel dettaglio che cosa vuol dire “contenuto”;

Voi diventerete degli operatori olistici, che cosa dovete fare?

Facciamo degli esempi:

palestra: consigli di alimentazione, intervista agli allenatori della palestra, informazioni su diete, novità, benessere ed estetica, video su allenamenti e sviluppo muscolare, scuola di musica ecc..

una cosa importante l’avevamo già accennato prima, è vedere cosa fanno altre attività, che non c’entrano niente con voi, cioè vedere quello che offrono, ad esempio palestra, diete, ecc.. prendere queste informazioni e dire: come posso applicare questo contenuto nel mio caso?

Perché avete un più ampio spettro di cose che potete fare vedere, cioè vedere quello che fanno altri soprattutto che non sono operatori olistici e vedere come posso inserire questa informazione della mia attività?

ecco perché ci sono anche attività diverse, perché così prendete spunto da quelle è li riportate nel vostro settore.

Difatti l’esempio che faccio sempre volentieri è quello del pasticcere, ricette da fare in casa e quindi dolci, oppure corso a puntate per diventare un cuoco pasticciere su YouTube, quello è il valore, quello è contenuto, per esempio:

voi non potresti insegnare, una volta che lo sapete fare, un corso gratuito di auto massaggio?

Organizza tutti i tuoi contenuti ovviamente, man mano che li acquisite ovviamente ne avete già di contenuti, stamattina ho sentito che molti di voi già operano in questo settore, già hanno fatto la scuola di estetica, non è che la scuola di estetica è da buttare nel cesso semplicemente non serve allo scopo dell’ Accademia olistica, però li pure ci sono dei contenuti, se ne possono prendere una parte e riutilizzarli per il nostro scopo nuovo, che è quello di essere un operatore olistico.

Quindi usare tutti i Social Network che oggi vanno per la maggiore e pianificare esattamente quello che vuoi comunicare con un piano editoriale; questo è un concetto un po’ più avanzato però questo per dirvi che l’uso dei social media è un uso strutturato, sostanzialmente bisogna pensare come se fossi un canale televisivo, voi dovete avere un piano editoriale , non è che dobbiamo alzarci e dire oggi che faccio?

metto una foto…….

noi dobbiamo cercare di pensare prima a che cosa fare, ad esempio il Martedì facciamo questo, il giovedì questo, qui inseriamo une video, questo è in soldoni, un piano editoriale; questo è un altro di quei trucchi che ancora è poco usato, vi sembrerà un po’ forzato però vi posso dire che è semplicemente prendere un proprio calendario e dire:

qui devo inserire un video, a metà settimana metto un twit, dei contenuti semplici ma bisogna farlo in modo continuativo.

Conoscete il libro di Sun Tzu “l’arte della guerra”?

La battaglia si vince prima che inizi in base alla strategia di combattimento adottata!

Cioè se voi pensate di aprire questa attività presunta che può essere da dipendente, o altre forme però prima di farlo uno dei passaggi fondamentali è pensare alla strategia, perché noi magari saremo presi da mille cose perché abbiamo da gestire tanti problemi nel momento e non ci ricorderemo più di pianificare una strategia e anche il famoso piano editoriale sui contenuti.

Vuoi parlarmi della tua attività?  scrivimi un commento e sarò lieto di rispondere

walter


Walter De Santis
Walter De Santis

Aiuto gli imprenditori a conquistare clienti di alta qualità, con il marketing digitale. Se non sono sul web, allora sto meditando e facendo i 5 Tibetani

Commenta su Facebook

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.