Di che parliamo? ma senza dubbio di PINTEREST il social network più alla moda del momento.

Ci sono 2 possibilità: O già lo conosci,  oppure dopo aver letto questo articolo ti precipiterai sul web per capire di cosa si tratta.

Intanto si tratta di un social network “visuale” cioè basato sulle immagini; quindi non è detto cha vada bene per te e per il tuo business.

Se hai un salone di bellezza potrebbe tornarti utile, ma vediamo quali sono gli errori più comuni e i trucchi per evitarli, Partiamo quindi con il piede giusto:

  • Condividi contenuti originali e chiari

L’80% di chi usa Pinterest, si limita a fare re-pin dei contenuti degli altri  e stai sicuro che questi utenti hanno ben poche chance di rastrellare molti follower che invece sono così importanti per la tua attività. Sei vuoi essere seguito la prima cosa che devi fare è condividere contenuti originali e “auto-parlanti” (tipo infografiche).  Serve poi installare sul tuo browser il bottone Pin It che ti permetterà di pinnare qualunque contenuto nel momento stesso in cui ci navighi.

  • Un Pin una parola chiave

Se vuoi essere un pinner serio, devi rendere il contenuto reperibile e posizionabile. Questo significa corredare ogni Pin di parole chiave (come si fa sui blog e su Twitter). Ti consiglio di taggare gli altri utenti nei contenuti condivisi da loro, o comunque ispirati dalla loro attività. In pratica come fai con Facebook, basta mettere un @ prima del nome utente nelle descrizioni.

  • Non “pinnare pagine” ma singoli contenuti

A volte per fretta o per superficialità, si tende ad usare il bottone del “Pin” per condividere pagine intere. Questo non va bene, è come se in un articolo parlassi di tanti argomenti. Ciò che invece devi fare è rimanere focalizzato su un argomento per ogni pinnata. infine non pinnare 10 volte al giorno e rimani specifico alla tua attività. Scoprirai che non è facile!

  • Specializzati nella tua nicchia

A nessuno interessano le pinboard generaliste. Su Pinterest la gente cerca contenuti specifici: tramonti, albe, tagli di capelli, foto di yoga, ricette di dolci, etc. Nessuno ti vieta di creare una pinboard in cui tener traccia ad esempio della tua vacanza, ma metti in conto che potrebbero interessare solo a te.

  • Il valore è il contenuto scrivi sempre un commento alla tua “pinnata”

Dai valore aggiunto a chi ti segue. Spesso una semplice descrizione dell’immagine (o dell’articolo a cui rimanda) può bastare a incuriosire l’utente e a invogliarlo a sfogliare il resto della tua pinboard. Inoltre, se inserisci sempre i commenti dai l’idea di essere un curatore attento, e questo potrebbe convincere un follower a seguire altre tue pinboard.

  • Non seguire gli utenti, ma le loro board

Se ti piace la board di un utente, lo segui automaticamente. Risultato: in tempo zero ti ritrovi il feed centrale pieno di cose che non ti interessano. Se c’è una cosa buona di Pinterest è la possibilità di selezionare a priori quali contenuti “ricevere” da un utente, senza doversi sorbire ogni cosa da lui venga postata (come invece avviene su Facebook). Ricorda che è possibile seguire una board isolata. E ricordatelo soprattutto quando crei le tue: più specifiche sono, più è probabile che qualcuno le segua.

Ricordati una cosa, non investire tutto il tuo tempo e i tuoi soldi su questo strumento, perché per ora è solo una moda potrebbe fare una brutta fine oppure potrebbe confermarsi un vero leader.

a presto con altre info su Pinterest


Walter De Santis
Walter De Santis

Aiuto gli imprenditori a conquistare clienti di alta qualità, con il marketing digitale. Se non sono sul web, allora sto meditando e facendo i 5 Tibetani

Commenta su Facebook

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.